Ammissione

VIENI A VISITARE I LOCALI

I responsabili della Scuola sono a disposizione, previo appuntamento da concordare tramite la segreteria per i genitori che desiderano conoscere questa realtà. In segreteria e online sono disponibili i moduli per effettuare la pre-iscrizione o l’iscrizione.

Report settimanale

COME FACCIO A SAPERE COSA FANNO I BIMBI A SCUOLA ?

A cura delle insegnanti settimanalmente viene redatto un report indicante le attività e metodologie didattiche svolte dai bambini. È a disposizione delle famiglie degli allievi ed è esposto in bacheca genitori.

Bisogni Educativi Speciali

PROGETTO PER L’INCLUSIONE DEI BAMBINI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

La Scuola dell’Infanzia San Martino Vescovo si propone di potenziare le cultura dell’inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di ogni bambino che, con continuità o per determinati periodi, manifesti Bisogni Educativi Speciali.

Come voi tutti sapete, nell’ambito del P.O.F. (piano di offerta formativa), la nostra scuola offre un progetto educativo-didattico, dedicato all’osservazione e al sostegno dello sviluppo linguistico, psico-motorio ed emotivo-relazionale dei bambini. E’ ormai ampiamente dimostrato, che intercettare in età pre-scolare difficoltà e fragilità, che pregiudichino il percorso didattico formativo e di crescita di ciascun bambino, sia di rilevanza e importanza notevole nello sviluppo scolastico e sociale successivo.

La nostra Scuola accoglie i vostri bambini, con l’intento di prepararli, accompagnarli e sostenerli nel loro percorso di “approdo” alla vita scolastica della scuola dell’obbligo, cercando di individualizzare e personalizzare sempre più l’offerta formativa stessa, per far fronte alle numerose differenze ed eventuali fragilità proprie di questa età.

Nello specifico, l’obiettivo di questo progetto educativo consiste nell’individuare e sostenere bambini con “bisogni speciali” ed è finalizzato alla piena integrazione di ciascuno di essi, al sostegno alle famiglie e alla progettazione di percorsi formativi individuali.

Tale progetto prevede necessariamente l’intervento di figure professionali specifiche, in grado di osservare, individuare e accompagnare i bambini, in affiancamento e supporto del personale docente. La nostra Associazione ha quindi individuato alcune figure professionali quali educatrici ausiliarie, una logopedista, una neuropsicomotricista, una psicologa-psicoterapeuta e un neuropsichiatra infantile.

Nel mese di gennaio saranno avviati incontri di osservazione diretta dei bambini, da parte del personale professionale individuato, durante le attività scolastiche quotidiane.

Il personale qualificato individuato organizzerà degli incontri osservazionali durante i quali, partecipando senza interferire, alle attività didattiche proposte quotidianamente dal personale docente, porrà attenzione alle risposte di ogni bambino ai vari stimoli e quindi a ciascun percorso di sviluppo.

L’osservazione diretta sarà supportata e arricchita da momenti di ascolto e progettualità elaborata collegialmente.

L’osservazione permette di valutare le esigenze di ciascun bambino e rielaborare o riequilibrare le proposte educative.

Successivamente ci sarà un confronto con il personale docente rispetto agli elementi osservati e la possibilità di concordare con le insegnanti stesse, attività didattiche specifiche e individuali.

Infine, sarà cura del personale qualificato comunicare gli elementi osservati alle famiglie dei bambini stessi, fornendo loro la possibilità di un confronto ed un eventuale sostegno. Ovviamente la possibilità di confronto sarà reciproca: nel caso in cui una famiglia manifesti dubbi o perplessità, lo stesso personale sarà a disposizione per un colloquio di approfondimento.

Il progetto qui presentato, in conclusione, si pone come obiettivo fondamentale quello di garantire per ciascuno dei propri alunni, la possibilità di esprimersi, crescere e imparare secondo modalità non standardizzate e uguali per tutti, ma secondo offerte formative il più possibile individuali e personalizzate, nel rispetto delle differenze che caratterizzano e distinguono ciascun essere umano dagli altri. Sperando che tale progetto possa venire incontro alle esigenze di voi famiglie, rimaniamo a disposizione per qualunque chiarimento.

Gemellaggio asili di Mukululu

DIALOGO INTERCULTURALE

In collaborazione con Padre Adolfo de Col (Missioni Consolata Torino) la Scuola nel 2014 ha siglato un gemellaggio con l’asilo di Mukululu (Kenya). Progetto interdisciplinare che contribuisce ad evidenziare il profilo di una scuola aperta ad un dialogo interculturale di ampio respiro.
I bambini ci sorprendono sempre, sono riusciti a farlo anche con Padre Del Col, missionario della Consolata, che a fine novembre ci ha regalato una serata importante: lui non ha avuto bisogno di insistere per farsi ascoltare, i suoi occhi innamorati dell’Africa bastavano ad ottenere il silenzio, il suo aspetto e la sua voce amichevole, quasi come quella di un tenero nonno, catturava l’attenzione di tutti.

Sigillare un gemellaggio tra l’asilo di Mukululu e la Scuola dell’Infanzia San Martino Vescovo è un segno importante perché aiuta i nostri piccoli ed anche noi grandi, a riconoscere che non si vive bene se siamo soli, se non pensiamo a quanto siamo fortunati per esser nati nella parte “giusta” di questo mondo complesso, se non allarghiamo i nostri orizzonti e non ci preoccupiamo di quanto possiamo fare per rendere migliore la nostra comunità e noi stessi.

Nella seguente galleria alcune immagini della scuola di Mukulu

IMG_0505
IMG_0531
IMG_0528
IMG_0515