Blog

Summer Camp 2016

Lo slogan di quest’anno è nell’ottica della nostra cultura cattolica, perché il principale obiettivo è quello di far brillare i talenti e la gioia dei nostri bambini. Ogni settimana ha un tema attorno al quale ruotano i due argomenti principali delle lezioni che sono:

Ø  What is it?

Ø  What I do?

Gli obiettivi e le finalità di ogni attività sono pensate per classi di età, per dare la possibilità ai più piccoli di riconoscere e riprodurre i suoni tipici della lingua inglese, comprendere e appropriarsi del lessico di base attraverso le attività svolte. Per i più grandi favorire lo sviluppo della comunicazione, ampliare il lessico acquisito attraverso tutte le attività della giornata. I bambini partecipano ad attività svolte in italiano e in inglese gestite da insegnanti madrelingua e bilingua, allo scopo di offrire un programma organizzato, diviso in temi e con una stretta connessione tra le attività svolte nelle due lingue.

summer camp 2016

Read more

“San Martino e l’Open Day”

“C’era una volta la Domenica. Un giorno bellissimo, insieme al sabato, perché c’è sempre qualcosa di diverso da fare, sempre con mamma e papà (e fratellino). La domenica non ci sono le cantilene di mamma. Quelle cantilene che ripetono di scendere dal letto, di fare colazione, di vestirsi, di lavarsi (anche i denti), di correre all’asilo perché altrimenti facciamo tardi. La domenica mi sveglio da sola, corro in cucina e spero sempre di riuscire a fare un bello spavento che faccia ridere. Poi mi lascio coccolare un attimino e poi comincio subito con “mi racconti una favola? Per favore?”. Domenica scorsa però ho lasciato da parte le favole perché in cucina c’era bisogno di un Capo Chef. Il forno era acceso, il ricettario aperto, farina zucchero e uova già sul tavolo. Mi ero quasi dimenticata che avevamo deciso di fare il plum cake per la Festa, per fortuna sono arrivata in tempo! …Ah già, non ti ho detto che Quella domenica era ancora più speciale delle altre! C’era la Festa della Scuola! Per prima cosa c’era Messa nella Chiesa dell’asilo (non è dentro l’asilo, è quasi vicina, è quella dove andiamo quando ci sono momenti importanti! Ma io la chiamo “la Chiesa dell’asilo”). E prima della Messa c’era la Processione: praticamente una passeggiata in cui si prega e si canta, per le vie del paese, con il Don, i chierichetti, gli adulti, e soprattutto i miei compagni e le maestre! Sì sì, anche di domenica insieme. Non c’erano perché stavano lavorando eh, c’erano perché volevano far festa con noi. Ci hanno spiegato che era in onore di San Martino. Beh, comunque, avresti dovuto vederci lì, composti, in fila, sorridenti e silenziosi. Più sorridenti che silenziosi in effetti. Alcune preghiere io le conoscevo! Quando invece non sapevo cercavo di stare zitta e di non disturbare (anche te ripetono sempre che si deve rispettare chi prega e non si deve disturbare?). Comunque, la Messa poi era in Chiesa. Noi eravamo sull’altare: da lì si vede proprio bene. C’erano anche tante bandiere, stendardi…Questo San Martino è proprio uno importante! Figurati che fuori c’era anche un sole che sembrava quelli che ci sono in primavera. Sai, ero felice anche alla fine, perché mamma ha detto “arrivederci a oggi pomeriggio” alle maestre…Ma andiamo avanti. Il pranzo dai nonni è stato buono, anche se un po’ di capricci li ho proprio dovuti fare, i grandi parlavano solo di cose noiose! Ho rischiato una punizione, poi per fortuna mi son ricordata qual’era il programma del pomeriggio e allora ho cambiato atteggiamento. Sì, perché il programma era che al pomeriggio ci si trovava tutti (con i miei compagni e le maestre, e i genitori) all’asilo, per “lopen dei”. È una parola in inglese, vuol dire “giorno aperto”. Giorno in cui l’asilo è aperto. A chi? A tutti. Ai bimbi che tra qualche mese diventeranno “cerchietti”, ai genitori e ai nonni che vogliono vedere dove cresciamo, a quelli che sono già cresciuti e che si ricordano della Scuola. La Festa era proprio questo. Incontrare nuove persone, ritrovarsi con gli amici (perché all’asilo trovi gli amici!) e rivedere quelli che sono cresciuti. C’era di nuovo quel bravo attore de “Il Teatro del Ciuchino”, e ha fatto uno spettacolo super: pensa che noi bimbi siamo stati attenti e bravi per tutto il tempo, anche se facevamo merenda nel frattempo. Poi c’erano i banchetti con i regali, cioè i banchetti delle persone che di lavoro vendono quei regali. E in questa festa quei signori regalano una parte del ricavato alla Scuola sai? I grandi pensano sia strano regalare qualcosa senza avere nulla in cambio, noi bimbi invece sappiamo che è una cosa bella, e per noi è naturale. Comunque c’erano libri, sciarpe, orecchini, palloncini, vini, marmellate…che buffo, i banchetti erano anche nella mia classe! Era strano vedere tutti quei grandi lì, tra i nostri tavolini e i nostri giochi. Ma era bello. Sai, io li vedevo! Rimanevano a  bocca aperta davanti ai nostri cartelloni! E poi che buffo, per una volta erano loro, i grandi, ad essere un po’ in soggezione entrando nelle stanze. Loro mica conoscono tutti i posti della nostra Scuola. Noi sì. Noi sappiamo in quale parte del giardino è più bello giocare, perché c’è il sole giusto…Oppure sappiamo com’è bello fare la fila in corridoio quando si sente il profumino di quel che ha cucinato la nostra cuoca. A proposito, che soddisfazione che è stata far vedere a papà qual è il mio tavolo! Poi finalmente ha visto che faccia hanno i miei compagni, mamma li incontra al mattino, lui no. E poi ho visto che anche gli altri bimbi erano contenti…C’erano anche dei genitori seduti sulle nostre sedioline, a guardare lo spettacolo. Vicino ai propri bimbi eh! E pensa che c’erano anche il Sindaco e alcuni suoi colleghi (mamma dice che si chiamano assessori). Cioè, c’era anche gente che non ha bimbi piccoli che frequentano la scuola. Ma c’erano. Secondo me è perché anche a loro piace la nostra Scuola. È stata proprio una bella festa, anche se non c’era il pienone (così han detto i grandi. Chissà poi se è simpatico questo Pienone). Chi c’era era sorridente. Chiacchierava un po’ con tutti, osservava in giro. Io dico che sono dei buoni segni. O meglio, dico che il Segno l’abbiam lasciato… C’era una volta la Domenica…emn c’è stata Quella domenica di festa. Non la dimenticherò.

Ps. Ci avrà messo lo zampino quel San Martino?! Potrebbe essere!”

Immagino che la mia bimba racconterebbe così, alla sua amica immaginaria, la giornata dell’Open Day… Se solo avesse un po’ di esperienza nello scrivere un testo e un po’ di dimestichezza con la grammatica. Le cose importanti le ha vissute e le ha capite. Quella domenica rimarrà nel suo cuore e nel cuore dei bimbi che erano presenti, e sarà parte del bagaglio col quale camminano per crescere.

Francesca Pronello

Spettacolo Teatrale

Read more

Pedicolosi

Sicuramente tutti sanno che cosa sono i pidocchi, ma non tutti, probabilmente, erano a conoscenza che la Regione Piemonte ha istituito un protocollo d'intervento al quale attenersi nell'eventualità si presentassero casi di pediculosi.

Nel mese di Ottobre è già stata distribuita alle famiglie del nostro istituto, l'informativa della procedura da attuare.

Modulistica che verrà fornita nel caso si sospetti la presenza di pediculosi:
  • Allontanamento dalla comunità scolastica
  • Compilazione dell'autocertificazione per la riammissione nella comunità scolastica dopo il trattamento anti-pediculosi
  • Compilazione del Diario dei trattamenti
Informativa a tutti i compagni di sezione, di un possibile caso d'infestazione, per poter applicare le procedure di prevenzione. A tale proposito si vuole ringraziare la preziosa consulenza e collaborazione della Dottoressa Pediatra Mammano, mamma dell'alunno Alessandro T.
Read more

Consegna diplomi rim-attore

Questa mattina tutti i bambini della Scuola hanno ricevuto dalle mani della scrittrice Giuseppina Bruno (www.piccolilibriperbambini.com) il diploma di rim-attore, ascolta fiabe, disegna storie, filostroccatore e, in dono, una scatolina di colori a conclusione, speriamo di una prima parte, di un percorso sulla narrazione che hanno seguito con interesse, partecipazione ed entusiasmo.

Cara Giusy, grazie per essere stata con noi, torna presto se puoi.
Grazie dal profondo del cuore, averti con noi è stato un onore!
                                                          I bambini della scuola San Martino Vescovo
ScreenHunter_61 Nov. 10 21.03 ScreenHunter_62 Nov. 10 21.04
Read more